Se lo puoi sognare.. lo puoi fare. 

10

GIUGNO

Ognuno di noi ha un sogno nel cassetto, un’idea grande o piccola intorno alla quale ricamare immagini mentali di un un giorno perfetto dove tutto accade con un susseguirsi naturale di gioia, allegria, risate, un giorno da condividere con chi si ama per poter assaporare insieme le stesse emozioni di cuore e di sensi che rimarranno nei ricordi di tutti per tanto tempo. 

Giulia e Matteo, sono due persone meravigliose che condividono la vita da quarant’anni, la vita a dire la verità la vivono e l’hanno sempre vissuta appieno con una grande serenità, percorrendo tutto il cammino mano nella mano, fermandosi ad ammirare in silenzio le bellezze che gli facevano brillare gli occhi e rallentando per affrontare i passi più incerti tenendosi vicini per non vacillare.  

Giulia e Matteo hanno deciso di condividere il loro sogno con la grande famiglia che si è formata nel tempo: gli amici, i loro tre figli, gli amici dei figli che sono diventati a loro volta loro amici e con i nipoti.

Il 10 giugno è il giorno in cui il loro sogno si è avverato.
Giulia e Matteo hanno festeggiato 160 anni cumulativi tra matrimonio, fidanzamento e compleanni, con una festa dove tutti gli invitati erano vestiti di bianco, il colore più pulito e immacolato che ci sia, il colore della purezza dell’amore e dell’amicizia che univa gli uni agli altri.

“Il bianco è il colore sfacciato del pudore.”
(Tommaso Landolfi)

La festa è iniziata al calar del sole con un aperitivo sul prato sotto le note di un complesso che suonava musica jazz. Nel corner del free style un abilissimo barman acrobatico faceva volteggiare bottiglie di vodka e lime per preparare il Moscow Mule, uno dei cocktail vintage più in voga in questo periodo dell’anno. Gli invitati, elegantissimi nei loro vestiti bianchi, si sono sentiti subito a loro agio, alcuni erano seduti nei salottini bianchi sotto al gazebo contornato da fotografie appese ai fili che riprendevano momenti felici di Giulia e Matteo, i bambini si nascondevano dietro ai cespugli mentre i camerieri passavano tra gli ospiti offrendo su vassoi d’argento piccoli finger food appena usciti dalle cucine.

Il tramonto ha portato la notte e con lei tante piccole lucine si sono accese nel cielo come stelle luminose. La cena è stata servita tra i commensali seduti su tavoli imperiali in legno grezzo. La mise en place, elegante e semplice in bianco e argento, era arricchita da piccole composizioni floreali con fiori di campo bianchi e da alti candelabri in argento adornati da piccoli tralci di edera.

Dopo cena una band ha fatto scatenare tutti fino a tarda notte suonando cover revival e pezzi inediti.

L’atmosfera che si è respirata durante tutta la festa e che ogni ospite si è portato a casa quella notte, è stata unica. Permeata di amore, leggerezza e gioia. Questo era il sogno di Giulia e Matteo. Loro lo hanno sognato e si è avverato proprio quel 10 giugno.

CONTATTACI!

Per ulteriori informazioni lasciate un messaggio tramite il form sottostante*.

12 + 1 =

*Cliccando su "Invia", si accetta intrinsecamente il trattamento dei propri dati personali come specificato nella seguente informativa.

Villa Magiò

Copyright 2017. Tutti i Diritti Riservati.

Via Settevene Palo, 143-145
00069 Trevignano Romano (VT)
+39 335 5633842
+39 06 99999051